“Top Hundred 2022”, alla scoperta delle eccellenze emergenti del vino italiano

Classifiche
forumNessun commento

Condividi questo articolo

Paolo Massobrio: “una ricerca continua e sorprendente, dal Bianchello del Metauro alla vivacità della giovane Sardegna”

Un quadro enoico peculiare, raccontato dalle cantine, perlopiù piccole o piccolissime, del Belpaese, sempre nuove, in un processo di “continua scoperta, che fa emergere realtà cui offrire la ribalta, ma anche territori, come la Sardegna, capaci di sfornare ogni anno prodotti sempre più interessanti, un fenomeno vero, vivace e giovane”. Così, a WineNews, Paolo Massobrio svela la “Top Hundred 2022”, i 100 migliori vini d’Italia (cui si aggiungono 40 “Fuori di Top”), selezionati insieme a Marco Gatti, senza mai premiare le cantine degli anni precedenti, che fotografano sì la grande varietà enologica del Belpaese, ma anche la sua capacità di crescere, mutare ed innovarsi.

Massobrio Gatti

Al vertice, i “Top dei Top”, l’eccellenza per ogni categoria, che vedono primeggiare tra i rossi l’Amarone della Valpolicella Valpantena 2017 della cantina Costa Arènte di Grezzana, tra i bianchi il Valle d’Itria Verdeca “Chakra Essenza” 2020 di Giovanni Aiello di Putignano, tra i rosati il Terre di Cosenza San Vito di Luzzi della cantina Vivacqua di Luzzi, tra gli spumanti il Bianchello del Metauro Spumante Brut Metodo Classico Millesimato “Conte Giulio” 2015 della cantina Bruscia di San Costanzo, e tra i passiti il Vin Santo del Chianti Classico Occhio di Pernice 2016 del Castello di Radda di Radda in Chianti.

“La parte del leone la fa la Toscana, con il maggior numero di riconoscimenti (21), seguita dal Piemonte (19), con prodotti che potremmo definire inconsueti, come il Moscato secco, il Ruché e, soprattutto, il Timorasso, fenomeno capace di attrarre gli stessi investimenti che ci sono sull’Etna. A questo proposito, in Sicilia la maggior parte dei vini premiati arrivano dall’Etna, dove sono arrivati i migliori enologi e tanti investimenti, ma anche e soprattutto vini di grande soddisfazione”, riprende Paolo Massobrio. “Guardando indietro, ci sono tante piccole aziende che abbiamo scoperto e premiato e che, negli anni, sono diventate grandi, da un punto di vista qualitativo e di riconoscimento internazionale: ad esempio, Santa Caterina di Grazzano Badoglio, scovata 15 anni fa in nel Monferrato. Ma anche Casadei, col Castello del Trebbio, che assaggiamo nel 2002 ed oggi è un punto di riferimento del vino in anfora. E poi ci sono denominazioni, territori e varietà ancora tutti da scoprire. Penso al Bianchello del Metauro, che, quest’anno, ci ha regalato il miglior spumante dell’anno. O le cantine che producono vino da uve di Baratuciat, destinato a diventare un fenomeno come il Timorasso. Un’altra cosa curiosa è scoprire in Lombardia le bollicine della provincia di Bergamo, che sono molto interessanti, non a caso – conclude Paolo Massobrio, curatore, con Marco Gatti, dei “Top Hundred” – a due passi dalla Franciacorta …”.

Focus – I “Top Hundred 2022” di Paolo Massobrio e Marco Gatti

Lombardia

La Collina – Valcalepio Bianco “Biancospino” (Chardonnay, Pinot Grigio) 2020, Grumello del Monte

Medolago Albani – Spumante Brut Metodo Classico 2020, Trescore Balneario

Lo Sparviere – Franciacorta Brut Cuvée “n. 7”, Monticelli Brusati

Pratello – Garda Spumante Brut Metodo Classico “Donna Caterina”, Padenghe Sul Garda

Tenuta Roveglia – San Martino della Battaglia “Vitis Alba” 2020, Pozzolengo

Cantina Caleffi – Lambrusco Frizzante Rosso “Le Regone Ven Ros”, Spineda

Cordero San Giorgio – Oltrepò Pavese Pinot Nero “Tiamat” 2020, Santa Giuletta

La Casaia – Chardonnay Metodo Classico “Passione” Vsq 2017, Santa Giuletta

Boffalora – Valtellina Superiore “Pietrisco” 2018, Castione Andevenno

Hermau Vini – Alpi Retiche Nebbiolo “Razént” 2019, Chiavenna

Giorgio Gianatti – Valtellina Superiore Grumello “San Martino” 2015, Montagna In Valtellina

La Grazia – Alpi Retiche Brut Metodo Classico, Tirano

Rupi del Nebbiolo – Valtellina Sforzato 2018, Villa di Tirano

 

La classifica completa è disponibile su Scopri di più

Articolo tratto dal sito ”Wine News – The pocket wine web site in Italy”.

Tags: Classifiche
Altre news
Potresti essere interessato anche a:
expand_less